Gambe Gonfie – Rimedi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle

Loading...Tra i problemi più diffusi tra le donne, ma anche tra gli uomini, rientra quello delle gambe gonfie, fenomeno che colpisce oltre il 30% della popolazione italiana. Numerose le cause che possono determinare il problema. Prima di tutto le posizioni errate che normalmente si tende ad avere nella postazione di lavoro, lo stare troppo tempo fermi o in piedi durante l’arco della giornata.

Risolvere il problema delle gambe gonfie (rimedi)

Ulteriori motivi scatenanti sono i chili di troppo, quindi l’obesità, oppure l’assunzione prolungata di farmaci diuretici.

Le persone che soffrono di questa patologia percepiscono un senso di pesantezza alle gambe, accompagnato da una sensazione di gonfiore, formicolio persistente, insorgenza di crampi durante il sonno, astenia.

Si tratta di disturbi che, nel lungo periodo, possono compromettere il benessere generale. La pesantezza alle gambe, ed  il loro gonfiore, spesso presente anche durante la gravidanza e nelle persone stitiche, è quindi un problema molto diffuso.

Quali sono i rimedi naturali?

Il rimedio che ci sentiamo di consigliare in presenza del problema della gambe gonfie e doloranti è lo stesso che, sempre più spesso, il buon senso suggerisce, e cioè seguire uno stile di vita equilibrato e sano.

Passeggiate quotidiane di mezz’ora o anche una leggera attività fisica, aiutano molto a contrastare il fenomeno, come anche bere parecchia acqua. Vanno evitati cibi ricchi di grassi insaturi, e vanno invece privilegiati vegetali e verdure, frutta, alimenti che contengano il potassio (come le banane). Sono sconsigliati i cibi salati in quanto favoriscono la ritensione idrica e l’accumulo di liquidi.

Seguendo questi semplici consigli si potranno ottenere velocemente i primi risultati ed allontanare i problemi causati dalle caviglie gonfie e doloranti.

Chi soffre di gonfiore alle gambe dovrebbe inoltre mangiare una certa varietà di frutti di bosco, tra cui more, lamponi, ribes e mirtilli.

L’assunzione di vitamina C e di integratori contenenti flavonoidi come la quercina, la esperi dina e la rutina aiuta a combattere il problema.

La prevenzione del gonfiore alle gambe parte anche dalla scelta corretta degli indumenti: è sconsigliato portare abiti troppo stretti, calze o calzini che stringano al polpaccio e che impediscano una corretta circolazione. Le scarpe con tacchi alti, oppure al contrario troppo basse, andrebbero evitate altrettanto. Evitare luoghi con temperature troppo elevate.

Un immediato beneficio al fastidio dato dal gonfiore è quello di sollevare le gambe con un cuscino quando si è sdraiati. Anche soltanto 15 minuti in questa posizione, favoriscono il corretto drenaggio dei liquidi e la circolazione sanguigna.

I massaggi a base di pomate specifiche per il gonfiore delle gambe, danno grandi benefici. Vanno eseguiti massaggiando in senso circolare le gambe, partendo dalla caviglia e risalendo ai polpacci. Si possono anche usare unguenti fatti in casa con olio e limone.

Bagnare le gambe con acqua fresca è uno dei rimedi più semplici.

Alcune sedute di fisioterapia, presso centri specializzati, possono risolvere rapidamente la problematica delle gambe pesanti.

In erboristeria possiamo inoltre trovare preparati a base di ippocastano, pungitopo, rusco o vite rossa che sono ottime risorse. Si consiglia anche il ginkgo, un potente antiossidante.

Se non vogliamo utilizzare questi prodotti, possiamo sempre ricorrere a semplici impacchi fatti con il tè verde. E’ sufficiente lasciare l’infuso per una decina di ore, filtrarlo opportunamente, ed applicarlo sulla zona per mezzo di garze (intingerle nel tè e poi strizzarle prima di utilizzarle).

Un ulteriore rimedio è quello di ricorrere ad impacchi di aceto per le caviglie gonfie. La preparazione prevede di diluire una parte di aceto in dieci parti di acqua. Successivamente si utilizzano dei teli di cotone. Una volta imbevuti di aceto, i teli si avvolgono su polpacci e caviglie e si lasciano agire per un quarto d’ora circa. Questa soluzione da molto sollievo nelle ore serali, magari come rimedio rapido da utilizzare dopo una giornata intensa di lavoro.

I nostri rimedi, tuttavia, non sostituiscono il parere ed il consulto di uno specialista della medicina. Per qualsiasi dubbio, o nel caso di persistenza del disturbo, non esitate di contattare il medico di fiducia.

OffertaPiù venduti - Posizione n. 1
Più venduti - Posizione n. 2

Cause e sintomi

Nella maggior parte dei casi sono le donne ad avere una predisposizione alla insufficienza venosa, condizione che costituisce una delle prime cause dell’insorgenza del problema delle gambe gonfie.

Esistono, tuttavia, anche ulteriori cause che possono portare il problema a manifestarsi più facilmente in alcuni soggetti, piuttosto che in altri; tra queste ricordiamo l’eccessivo peso, cause ereditarie, la sedentarietà eccessiva, lo stare fermi in piedi per troppe ore nell’arco della giornata, l’età e la situazione ormonale.

Alle volte un semplice atteggiamento posturale errato può essere la causa scatenante. Anche gli ormoni sessuali hanno importanza nell’insorgenza della patologia, in quanto le variazioni nei livelli di estrogeni e progesteroni sono tra i principali imputati. Questo spiega il perché il problema riguardi principalmente l’universo femminile e, molto meno, quello maschile.

Questo spiega, quindi, il motivo dell’insorgenza dei gonfiori anche durante la pubertà, durante la gravidanza o nel periodo che precede l’inizio della menopausa.

Quindi, tenuto conto dell’importanza della influenza ormonale sull’insorgenza del fenomeno, si capisce come alle volte anche l’assunzione di pillole contraccettive o di altri medicinali a base di ormoni possano acuire il problema.

Anche il fumo, la sedentarietà protratta per lunghi periodi di tempo e abitudini quotidiane sbagliate agiscono negativamente sulla circolazione venosa e generano pesantezza alle gambe..

Chi soffre di gambe gonfie?

La presenza di fastidi, dolori o fitte alle gambe oppure ai polpacci, tanto da avere fastidio a muoversi o camminare, l’insorgenza di crampi o la sensazione di agitazione a livello delle gambe (ad esempio la necessità di muoverle continuamente) sono tutti campanelli di allarme di una prima insorgenza dei sintomi del problema.

Le pazienti lo descrivono come una sensazione di gonfiore e di stanchezza non ben descrivibile, con pizzicori e formicolii diffusi che aumentano progressivamente nell’arco della giornata.

Normalmente la zona colpita è quella del polpaccio e della caviglia ma, alla sera, tende a raggiungere anche il piede. Questo accade quando si è costretti per lavoro a passare molte ore in piedi, quando si indossano scarpe troppo o calzini troppo stretti.

Soprattutto in estate, con l’aumento delle temperature, si consiglia quindi, a chi soffre di gambe gonfie, di fare dei pediluvi in acqua fredda per ristabilire la corretta circolazione venosa.

OffertaPiù venduti - Posizione n. 1Più venduti - Posizione n. 1
Più venduti - Posizione n. 2Più venduti - Posizione n. 2
Più venduti - Posizione n. 3Più venduti - Posizione n. 3
Più venduti - Posizione n. 4Più venduti - Posizione n. 4
OffertaPiù venduti - Posizione n. 5Più venduti - Posizione n. 5

 

Chiavi di ricerca in ingresso:

  • gambe gonfie cause e rimedi
  • gambe gonfie cause
  • caviglie gonfie
  • POLPACCI GONFI
  • gambe gonfie e doloranti
  • caviglie gonfie cause e rimedi
  • gambe gonfie rimedi
  • gambe gonfie
  • gambe gonfie e doloranti cause
  • gambe e piedi gonfi